Artigiano lavora il ferro

Biennale Arte Fabbrile di Stia: i migliori artigiani d’Europa

Cos’è la Biennale di Arte Fabbrile

La Biennale Europea di Arte Fabbrile è una delle più prestigiose e tradizionali manifestazioni a livello Europeo per quanto concerne l’artigianato in ferro, la sua lavorazione e il suo uso per oggetti ornamentali e componenti d’arredo.

Ogni due anni, ormai dal 1976, i migliori mastri forgiatori del vecchio continente si danno appuntamento per esporre i propri prodotti e far conoscere le proprie tecniche di lavorazione del ferro ad un numero sempre maggiore di visitatori attenti ed interessati. Nel settore dell’artigianato artistico del ferro da forgiatura, è la più antica mostra con cadenza regolare in tutto il mondo. Una mostra mercato che abbraccia l’universo del ferro battuto a 360°, svelandone tutte le sue migliori caratteristiche, i suoi antichi segreti e le sue innovative tecniche di lavorazione.

Presente e passato che vanno a braccetto nella storia dell’Arte Fabbrile di tutti i tempi per regalare emozioni e sorprese a tutti gli amanti dell’artigianato di qualità. Un’occasione unica per conoscere un Made in Italy ormai consolidato nel tempo ma anche per ammirare le produzioni degli artigiani di altri paesi europei.

Dove e quando si è tenuta la Biennale?

La XXIII edizione della Biennale di Arte Fabbrile si è tenuta a Stia, una pittoresca frazione di Portovecchio Stia in provincia di Arezzo. Dal 29 agosto al 1 settembre 2019, l’antica borgata di Stia si è trasformata nella città dei fabbri più esperti per una mostra mercato unica nel suo genere.

Il percorso espositivo è stato allestito nei locali del vecchio lanificio, completamente ristrutturato, dove ebbe i natali il famoso panno del Casentino. In quest’ultima edizione, sono stati organizzati alcuni interessanti eventi complementari. Tra tutti, il IX Campionato mondiale di forgiatura che, in occasione del cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci, ha avuto come tema Genialità MDXIX.

Per celebrare i 50 anni dell’allunaggio, invece, il concorso internazionale di scultura con tema il 20 luglio 1969 – data dello sbarco sulla luna. Ed infine, per omaggiare il genio tessile stiano Pier Luigi della Bordella, l’VIII concorso internazionale di progettazione e disegno. Nella lungo week end casentinese, anche un concorso fotografico per immortalare le meravigliose creazioni di giovani e vecchi forgiatori. Tra i soggetti più fotografati, anche i letti in ferro battuto.

L’arte del ferro battuto in Toscana per la realizzazione dell’arredo

In Toscana, ma così come in molte altre regioni d’Italia, l’arte del ferro per la realizzazione di componenti di arredo è sempre più seguita e apprezzata. D’altronde, tutti gli appassionati di design e interior non possono rimanere indifferenti ad una forma d’arte così sobria ed elegante allo stesso tempo.

Si tratta di una tecnica che si addice perfettamente ad infrastrutture da interni ed esterni in ugual misura che danno un tocco di stile raffinato e lineare capace di creare atmosfere calorose ed accoglienti. All’interno delle mura domestiche, i campi di applicazione sono infiniti.

Gli oggetti che vanno per la maggiore in questo campo artistico sono proprio i letti in ferro battuto anche grazie all’impatto estetico con cui riescono a valorizzare qualsiasi tipo di arredamento. Noi di Arte & Stile operiamo in questo settore con esperienza ultradecennale con la stessa innata passione. Se volete una soluzione particolare e personalizzata per la vostra camera da letto, l’affabilità del nostro staff è a completa disposizione per ogni esigenza.

 

admin Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *